Ingegneria Industriale (D.M. 270/04) [INDU]

CORSO

Descrizione

Status professionale conferito dal titolo. All’ingegnere industriale si offrono numerose e diversificate opportunità lavorative, che comprendono funzioni non solo strettamente tecniche, ma anche di tipo organizzativo e gestionale. Grazie alla preparazione ad ampio spettro sulle materie fondamentali, il laureato in ingegneria industriale godrà di un’ampia flessibilità e versatilità e potrà riconvertirsi facilmente all’evolvere del panorama tecnico produttivo. Le principali funzioni del laureato in ingegneria industriale sono spesso legate al curriculum scelto in quanto l’orientamento può facilitare l’accesso a professioni più specialistiche. I laureati con curriculum energetico avranno arricchito le competenze sulla produzione e distribuzione di energia tradizionale e rinnovabile, sulle valutazioni di impatto ambientale e di sostenibilità per tecnologie che implicano l’utilizzo di risorse energetiche e/o impatto sulle stesse, strumenti e metodi per la progettazione di sistemi di monitoraggio e controllo dell’ambiente. Le principali funzioni a cui è chiamata tale figura professionale possono essere elencate come segue: – progettare e gestire sistemi per il monitoraggio, il controllo e la tutela dell’ambiente; – garantire la tutela della sicurezza in ambienti industriali; – operare presso impianti per la produzione di energia da fonti tradizionali e rinnovabili; – occuparsi della gestione delle materie prime e delle risorse ambientali ed energetiche e della valutazione degli impatti e compatibilità. I laureati con curriculum gestionale avranno arricchito le competenze dell?ingegnere industriale sull’economia e l’organizzazione aziendale, sulla gestione degli impianti industriali, sulla sicurezza e manutenzione degli impianti, sulla logistica, sulla ricerca operativa ed sui sistemi di elaborazione dati. Tale figura professionale sarà quindi chiamata ad occuparsi di: – approvvigionamento e gestione dei materiali; – pianificazione dei mezzi di produzione e dei sistemi produttivo-logistici; – ottimizzazione dei consumi energetici; – organizzazione aziendale e della produzione; – organizzazione e automazione di sistemi produttivi; – project management e controllo di gestione; – valutazione degli investimenti e marketing industriale.

Finalità

Titolo di studio rilasciato. Al termine del percorso di studi lo studente consegue il titolo di Laurea in Ingegneria Industriale. Il titolo conseguito appartiene al primo ciclo della formazione universitaria, ha valore legale, consente la qualificazione di dottore e la possibilità di effettuare l?esame di stato per l?accesso all?albo B degli ingegneri.

Destinatari

Titolo di Scuola Superiore

Caratteristiche

Caratteristiche prova finale. Per essere ammessi alla prova finale gli studenti devono aver acquisito tutti i crediti previsti dal proprio curriculum ad eccezione di quelli relativi alla prova finale. Il corso di Laurea di primo livello in Ingegneria Industriale si concluderà con un’attività compilativa o di ricerca sperimentale svolta in ambito universitario, oppure presso strutture esterne (aziende, enti di ricerca, pubblica amministrazione). La prova finale consiste nella stesura e presentazione di un elaborato scritto (tesi di laurea) relativo a tale attività, in modo da accertare la preparazione tecnico-scientifica e professionale del candidato. L’elaborato finale si riferisce ad una specifica attività svolta dallo studente al fine di acquisire conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro. L’elaborato finale verrà valutato da un’apposita commissione. 180 crediti

Prezzo

2500.00 €

Durata

3 anni

Vuoi iscriverti a questo corso?
Ti interessano informazioni aggiuntive?
Stai cercando un corso o una certificazione, non la trovi nel nostro sito? Vuoi un consiglio o ti interessano informazioni aggiuntive?